2) Il TAR dell’Umbria chiarisce la definizione di rifiuto